BONUS DISAGIO FISICO

Tutte le persone che utilizzano apparecchiature elettromedicali e ausili elettrici forniti dalla ASL (ad esempio CPap, pulsossimetri, bronco aspiratori, sollevatori mobili, carrozzella elettrica, materasso antidecubito, pompe per infusioni, Peg) possono richiedere il Bonus disagio fisico: è una riduzione della bolletta elettrica che viene calcolata in base ai consumi medi e al numero delle apparecchiature elettromedicali utilizzate. Per richiedere il Bonus serve:

· la certificazione rilasciata dall’Ufficio Ausili della propria ASL che attesta l’uso di apparecchiature elettromedicali e il tempo di uso quotidiano,

· il “Modulo B – Disagio fisico” compilato in tutte le sue parti,

· fotocopia dell’ultima bolletta elettrica,

· fotocopia della Carta di Identità dell’intestatario del contratto elettrico,

· fotocopia della Carta di Identità della persona con disabilità.

Tutti questi documenti dovranno essere consegnati al proprio Comune di residenza che farà solo da tramite per inviare la domanda all’ufficio “Autorità per l’Energia elettrica, il gas e il sistema idrico”. La pratica sarà conclusa quando l’intestatario del contratto elettrico riceverà per mezzo posta la lettera da SGATE (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche) che confermerà l’attivazione del Bonus.

Per il Bonus disagio fisico NON è necessario presentare l’ISEE e la domanda deve essere presentata solo una volta o ripresentata in caso di variazione delle apparecchiature medico terapeutiche utilizzate.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square